Comunicati,  News - Secondo gli Altri

ZONE INTERNE E SPOPOLAMENTO, APPENA 2,21 MILIONI PER LA SNAI GENNERGENTU-MANDROLISAI. DERIU (PD): “LA REGIONE HA FALLITO, COSÌ NON SI PROMUOVE LO SVILUPPO LOCALE”

“La Giunta regionale ha abbandonato il Mandrolisai, relegato agli ultimi posti in Italia per quanto riguarda le risorse nazionali del PNC. In questo modo, i grandi investimenti strutturali che dovevano essere compiuti in quell’area per combattere lo spopolamento e favorire la ripresa economica e sociale, in realtà non ci saranno”. Così Roberto Deriu, consigliere regionale del Partito Democratico, in riferimento ai 300 milioni di euro totali stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per gli APQ (Accordi di Programma Quadro) previsti dal Piano Nazionale Complementare, di cui appena 2,21 milioni destinati al Gennargentu-Mandrolisai, una delle aree selezionate da SNAI (Strategia Nazionale per le Aree Interne) per la realizzazione di importanti progetti di sviluppo locale.

“Si tratta di una vera e propria beffa per un territorio in difficoltà, ma che beneficerà di risorse nettamente inferiori rispetto a quelle assegnate alle altre aree d’Italia”, afferma Deriu, che anticipa i contenuti di uno studio condotto dal gruppo del PD e che è stato presentato in una conferenza stampa oggi alle ore 11 presso la Manifattura Tabacchi di Cagliari.

“La responsabilità non può che essere della Giunta regionale sarda – prosegue il consigliere dem – che ha fallito completamente chiedendo pochissimi soldi per il Gennargentu-Mandrolisai. Questo implica il fatto che non si potrà attuare quella strategia anti spopolamento per un progetto che puntava a promuovere lo sviluppo locale in modo da garantire agli oltre 14mila cittadini (in discesa del 14% tra il 2002 e il 2016) del territorio dei comuni di Aritzo, Atzara, Austis, Belvi, Desulo, Gadoni, Meana Sardo, Ortueri, Sorgono, Teti, Tonara, l’accesso ai servizi essenziali quali istruzione, salute, mobilità e promuovendo lo sviluppo locale”.

“Gli interventi previsti per la Snai dell’area interna Gennargentu-Mandrolisai – spiega ancora l’esponente del PD – avevano come obiettivi arrestare e invertire il trend demografico negativo del territorio, scommettere e investire sul futuro dei suoi ragazzi, rendere attraente l’offerta formativa, strettamente connessa a nuove opportunità di lavoro, così da invogliare studenti e famiglie, insegnanti, operatori scolastici e socio-sanitari alla permanenza nel territorio. Niente di tutto ciò, però, si potrà fare, almeno nell’immediato, a causa delle insufficienti risorse chieste e ottenute dalla Giunta regionale che ha abbandonato il Mandrolisai al suo destino”, conclude Roberto Deriu.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.