Comunicati,  News - Secondo gli Altri

CYBER SICUREZZA E DIGITALIZZAZIONE: LA SARDEGNA ACCETTA LA SFIDA

“Disegnare un futuro migliore per la Sardegna attraverso forti investimenti nel campo digitale”, mettendo in campo una serie di azioni che permettano all’Isola di diventare un polo tecnologico di eccellenza, non solo a livello nazionale ma anche nel contesto Euromediterraneo. Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato un ordine del giorno sul rilancio competitivo dell’Isola in ambito digitale, un’iniziativa che porta la firma del consigliere regionale del Partito Democratico Roberto Deriu (primo firmatario), di tutto il gruppo dem, dei Progressisti, di LeU e dei 5 Stelle.

“Per la Sardegna deve essere una priorità raccogliere la sfida tecnologica che caratterizzerà i prossimi decenni – afferma Deriu –, attraverso le risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), la cui prima missione è quella di rilanciare la competitività e la produttività del sistema paese, attraverso la digitalizzazione e l’innovazione, veri punti cardine per un aggiornamento tecnologico che riguardi tutti i processi produttivi. E la Sardegna non può restare indietro rispetto al resto d’Europa, ma deve esserne il motore”.

Gli obiettivi evidenziati nell’ordine del giorno presentato dal consigliere PD e approvato dal Consiglio regionale sono chiari: l’individuazione di adeguate strutture specializzate per garantire la cyber sicurezza regionale; l’elaborazione di un programma di alta formazione sulle competenze digitali; la sottoscrizione di accordi quadro specifici da definire con tutti gli operatori presenti nel mercato, dopo le necessarie verifiche di impatto ambientale anche in merito alla salvaguardia della salute della popolazione.

“Raggiungere questi obiettivi – conclude Roberto Deriu – significa garantire un ampio coinvolgimento del settore privato, degli enti locali e delle forze produttive di tutta la regione, mettendo la nostra Isola al centro del rinnovato contesto legato alla trasformazione digitale, al fine di offrire un futuro migliore all’intera comunità sarda”.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.